Get Adobe Flash player

Login

Registrandoti avrai accesso all'area riservata dove potrai trovare utili consigli per la cura dei tuoi denti.

Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter riceverai periodicamente notizie utili in merito a promozioni dello studio e consigli utili per la tua igiene orale.


Ricevi HTML?

Implantologia a carico immediato

Implantologia a carico immediato

 

L’impianto è una radice artificiale che viene posizionata all’interno dell’osso per sostituire un dente perso. Il materiale di cui è fatto è il titanio che è un materiale “bio-compatibile”, ovvero che può essere inserito all’interno delle ossa senza dare reazioni di rigetto.

 

Per carico immediato si intende il posizionamento di denti provvisori nella stessa seduta in cui vengono posizionati gli impianti, sia che sia uno solo il dente da sostituire, sia che siano tutti gli elementi dell’arcata. È altresì possibile stabilizzare le vecchie protesi mobili del paziente inserendo un numero di impianti da 2 a4, in base alla quantità d’osso a disposizione.

L’implantologia nasce in Italia alla fine degli anni 50 quando un medico di nome Stefano Tramonte intuì le caratteristiche ideali che doveva avere una vite per poter sostituire le radici dentali. Per primo capì che il titanio era il metallo ideale per questa funzione, anticipando Branemark e la successiva industrializzazione di massa delle sue teorie implantoprotesiche. Egli pubblicò per primo una casistica sorprendente per l’epoca, che avvalorò la bontà delle sue intuizioni.

Nel corso dei decenni successivi altri medici, sulla base della loro esperienza clinica, capirono l’importanza della stabilità iniziale,primaria, degli impianti per il loro caricamento immediato, che si traduce negli studi sul bi-corticalismo di Garbaccio. Mondani infine con l’invenzione della saldatrice endorale, ci fornì lo strumento essenziale per il successo implantologico.

La tecnica di oggi deriva da una sintesi delle teorie che questi abili medici italiani elaborarono dagli anni 50 ad oggi.


CASI CLINICI 

1. By-pass seno mascellare, inserimento di 4 impianti nell’osso residuo evitando l’intervento di rialzo del seno mascellare

Prima

implantologia a carico immediato 1 implantologia a carico immediato 2

Dopo

implantologia a carico immediato 3 implantologia a carico immediato 4

 

2. Emiarcata mandibolare

Prima

  

Dopo